Il GB ringrazia il Vescovo

Giovedì 3 ottobre l'arcivescovo di Torino, Cesare Nosiglia, ha incontrato 170 studenti del IV e V anno insieme ai loro professori e ad alcuni rappresentanti del personale ATA. L'appuntamento è iniziato con il saluto del Dirigente Scolastico, ing. Miriam Pescatore, che ha sottolineato l'importanza della collaborazione tra le diverse agenzie educative per aiutare le nuove generazioni a diventare adulti liberi e responsabili. L'arcivescovo ha ringraziato per l'opportunità offerta dall'istituto di costruire un dialogo con giovani di differenti culture ed opinioni.

 Dopo una breve presentazione della propria vita, dalla scelta sacerdotale all'esperienza accanto a Giovanni Paolo II a quella episcopale, il Vescovo ha posto l'accento sulla complessità e sulla pluralità di punti di riferimento tipici della nostra società e ha richiamato l'attenzione sul dovere della scuola di formare coscienze autonome e libere, guardando al futuro con fiducia e da protagonisti per il bene personale e collettivo. Gli studenti hanno apprezzato la semplicità e la profondità delle sue parole, che hanno favorito un dialogo schietto e aperto. Le domande dei ragazzi hanno permesso al Vescovo di toccare alcuni temi di attualità.

Un accenno alla vicenda di Giordano Bruno, a cui è intitolata la nostra scuola, ha offerto l'occasione all'Arcivescovo per ricordare come la Chiesa abbia ammesso i suoi errori commessi nel corso della storia. Grazie ad una domanda sul ruolo della Chiesa nella politica, Nosiglia ha sottolineato il vero significato della politica al servizio della comunità e non dei propri interessi personali, ha precisato l'importanza della separazione tra Stato e Chiesa ed ha invitato alla partecipazione politica democratica e rispettosa delle diverse posizioni. Ha poi affrontato grandi temi come il male, invitando a combatterlo con l'impegno personale, ed ha dimostrato grande apertura di vedute su temi come l'omosessualità e il celibato dei preti. L'interesse è stato costante e le domande sarebbe state molte di più, ma il tempo a nostra disposizione era concluso.

Soddisfatti per l'incontro, gli studenti hanno preso nota dell'indirizzo di posta elettronica del Vescovo per continuare questo dialogo.

  • Foto 1
  • Foto 2
  • Foto 3
  • Foto 6
  • Foto 2
  • Foto 3
  • Foto 6

Sito Web